Interviste

Come una farfalla ogni donna può rinascere la mattina a nuova vita!

14 luglio 2018

Giorgia, un passato da segretaria di direzione, ora istruttrice Crossfit e Personal Trainer specializzata in allenamento femminile, ha dovuto reinventare se stessa dopo che la sua vita ha preso una deviazione inaspettata:

Quando ho scoperto di essere incinta, la Banca per cui lavoravo ha pensato bene di non rinnovarmi il contratto. Quindi, di comune accordo con il mio compagno, sono rimasta a casa fino all’inizio della scuola materna di Gianmaria. Ho indubbiamente sacrificato la carriera, ma ho avuto la fortuna di crescere mio figlio e di godermi dei momenti unici.

 

Attenta alla forma fisica senza rinunciare ai piacere della tavola e del buon vino, Giorgia dopo il licenziamento decide di fare della sua passione per il fitness una professione:

Pratico sport da quando ero piccola. Non ho mai smesso. Strutturo allenamenti per donne in base al loro ciclo mestruale e, con l’appoggio di un preparatore atletico, forniamo un percorso alimentare in sinergia con i workout. La parte più soddisfacente del mio lavoro è vedere quanta fiducia le persone ripongono nei miei confronti. Si fidano dei miei consigli e vederle cambiare, trasformarsi è un traguardo.

 

Quali sono gli aspetti più gratificanti del tuo essere mamma?

Gianmaria è un bambino molto sveglio ma anche sensibile, attento e introspettivo. Sono contenta che abbia una personalità ben delineata. Sa esattamente quello che vuole e non vuole. Adoro quando mi slega i capelli ogni volta che ho la coda, perché gli piaccio così.. e mi dice: “Mamma come sei bella!”.

 

Ci racconti un momento piacevole trascorso con tuo figlio?

Condividiamo tantissimi momenti e tante esperienze. Non stiamo mai a casa. Ci piace mangiare fuori, andare in giro… lui con la sua bici o il monopattino e io a piedi. Scopriamo la città oppure andiamo a fare qualche attività nei musei, laboratori, teatro per bambini e poi attendiamo il tramonto per un aperitivo. Un tête à tête tutto nostro. Vado a caccia su Instagram di locali o nuove mete da scoprire e in questo coinvolgo sempre la mia famiglia.

 

Ci descrivi un luogo dove siete stati di recente?

L’ultima gita che abbiamo organizzato siamo andati nel Veneto, per cantine. Gianmaria faceva foto e prendeva appunti (anche se non sa scrivere) sui vini che dovevamo comprare. Eravamo in compagnia e abbiamo pranzato in un bellissimo agriturismo immerso nella natura. Dopo mangiato abbiamo fatto tappa a Sirmione: una gita in barca sul lago di Garda. Concludendo con un bel gelatone!

 

Pensi di poterti definire una “mamma in tour”?

Sono una mamma in TOURbinio. La mia vita è in continua evoluzione e sono sempre pronta al cambiamento. Mi fa sentire viva, pur avendo radici ben salde.